Un piccolo ingrediente segreto

tradizioniNonna Rosalia è nata in Sicilia quasi cento anni fa. Nonna aveva sangue francese e gli occhi azzurri. Adorava le spille che brillavano. Vistose e piene di pietre blu. Le appuntava ai maglioni, alle sciarpe. La sua eleganza faceva il giro del vicolo mentre nonno brontolava sempre. Diceva che non era mai a casa. Beveva di nascosto l’anice mescolato all’acqua. teneva sempre una bottiglia sotto al letto, dentro a una valigia. Mio padre ha cercato per anni cosa gli facesse alzare il diabete, ma il segreto era ben custodito.

Mia nonna adorava cucinare, dote che mi ha tramandato, mentre nonno spezzava il pane per la mattina. Nonna cantava sempre quando tagliava le verdure, friggeva le melanzane, faceva i dolci. Cantava nella lingua della sua terra e quando andavamo la domenica ci faceva trovare sempre le arance condite. E la tovaglia della bisnonna fatta a tombolo. Mi diceva sempre che in cucina devi prima amare con gli occhi. E un giorno mi ha confidato una cosa che non ho mai scordato:

-Per fare le melanzane alla parmigiana ci vuole un ingrediente segreto, un piccolo e profumato ingrediente segreto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.