Pensiero al sole

C’era un momento in cui il sole scendeva nel mare e tu ti fermavi. Ti appoggiavi alle mie gambe e mi stringevi. Le parole rimanevano da qualche parte. Il tuo cuore di bambino si tuffava insieme al sole. Il mare lo accarezzava. Piccole onde che sembravano piccole mani. Le tue. Anche tu custodivi qualcosa. Quando il sole era scomparso del tutto, ti alzavi, correvi verso le onde. Le mani in tasca. Rimanevi così finché il cielo non diventava più scuro.

— Mamma!

Inclinavi la testa e soffiavi via qualcosa dalle tue piccole manine. Io mi alzavo e raccoglievo l’asciugamano.

— Cosa soffiavi?

Correvi via verso la strada. Ti fermavi al terzo scalino.

— Soffiavo la buonanotte al sole.

E tornavamo a casa.

Mille righe rosse

14919017-disegnati-a-mano-cuore-rosso-illustrazione-vettoriale-per-la-progettazione-Archivio-FotograficoTi amo è il filo rosso che unisce.

Ti amo stretto, ti amo sussurrato, ti amo detto, ti amo voluto, ti amo sentito in quel momento.

Ti amo ci sei, sei dentro me.

Ti amo fatto di sfumature di qualcosa di grande o di immensamente nostro.

Ti amo di attimi insieme, ti amo ma non posso e il mondo crolla.

Ti amo nella bottiglia dei pensieri lasciati alla deriva.

Ti amo e basta, perché a volte da un ti amo non si torna indietro.

Ti amo e ci abito volentieri insieme.

Ti amo perché sei quello che sei e ti lascio tra le pieghe del cuore.

Ti amo perché ora sei accanto a me.

Semplicemente Ti amo.

 

Samantha Terrasi (tratto da Ti aspetto, Lupoeditore)