La “Penna dei Desideri”

 

vecchietti_new-940x350

Oggi vi vorrei parlare della “Penna dei Desideri”. E’ una pagina dedicata alla scoperta di nuovi volti e nuove storie. Ogni libro parla di sé e del proprio autore, portando non solo una storia da raccontare. Sappiamo tutti che il mondo dell’editoria è difficile e vasto ed entrare in una libreria ed essere esposto rimane un sogno per tanti.

La “Penna dei Desideri” si trasforma così in un piccolo salottino dove gli autori si raccontano o si lasciano raccontare dai loro libri. Ogni autore ha quindi la possibilità di rimaner visibile e farsi così conoscere. E ora accomodiamoci. Qualcuno preferisce un thè o un caffè?

caffè letterario2Vi presento l’ideatrice di questa pagina a cui abbiamo rivolto qualche domanda.

Samantha: – Benvenuta Enza Villoni. Com’è nata la “Penna dei Desideri”?

Enza Villani:- “La Penna dei Desideri” è nata dalla voglia di far incontrare scrittori e lettori in un unico punto come ai tempi dei bistrot letterari ottocenteschi, solo che il bistrot in questione è un “Caffè Letterario” del tutto virtuale. L’idea mi è venuta in mente poiché essendo io stessa un’autrice esordiente (non oso definirmi scrittrice, è una parola grossa per me) mi sono resa conto di quanto poco spazio si dia agli esordienti.

S:- Cosa significa essere un esordiente nel 2015?

E.V.:- Mi chiamo Enza Villoni, ho scritto un romanzo “La Finestra sotto il Ciliegio”,(libro sul tema della SLA) e so quanto è difficile per un autore sconosciuto emergere nel mondo della scrittura. I grandi “marchi” editoriali non danno spazio agli emergenti, privilegiando così i nomi famosi, in nome del DIO DENARO, perciò, sei scrittore o diventi scrittore se sei una persona già nota; almeno qui in Italia sembra funzionare così. Il paradosso è che, anche uno che non sa scrivere decentemente nella lingua italiana, con questo stratagemma diventa un autore affermato, alla faccia di chi, invece, sgobba anni e anni nella stesura di un manoscritto, speranzoso poi di riuscire a realizzare il suo sogno di vivere di scrittura; di casi emblematici ce ne sono, ultimamente, ho visto libri pubblicati da soggetti che avevano avuto a che fare con casi eclatanti di cronaca nera; le porte delle case editrici più grandi SPALANCATE. O il più delle volte, VIP, conduttori, cantanti, attori o showgirl, di colpo diventati scrittori senza nessuna necessità, sempre in barba a quelli che il mestiere di scrittore gli scorre nel sangue, trovando mille difficoltà e porte sbarrate. Ecco cosa significa essere un esordiente nel 2015, per me. Trovo tutto ciò ingiusto, è un sistema che affossa i talenti e il mondo dell’editoria stessa, un male per la società, che sollecita in tal modo l’editoria a pagamento.

 

S:- Quanti libri avete accolto fino ad adesso?

E.V.:- “La Penna dei desideri” è nata da poco meno di due mesi, ma sta già ottenendo un buon grado di consenso. I libri che la pagina ha pubblicizzato non sono ancora tanti, forse è ancora presto per vedere come andrà a finire, però è già un ottimo risultato; staremo a vedere, anche perché offro un’intera settimana di visibilità sulla bacheca, (post fissato in alto) e tutte le notizie riguardanti ogni singolo scrittore (interviste, recensioni, biografie, pagina o blog) vengono messe ben in evidenza. La pagina è, inoltre, collegata al mio Blog personale, con il medesimo nome; nelle info c’è tutto.

S:- Quali sono i Progetti e sogni futuri?

E.V.:- Per i sogni e progetti futuri mi auguro che la pagina continui a crescere e ottenere visibilità, un piccolo oblò a disposizione di tutti gli autori come me che ancora credono nel loro piccolo, al dono dello scrittore. Mi auguro anche di riuscire a pubblicare presto il mio nuovo romanzo, di genere fantasy piratesco, iniziato anni fa. Enza Villoni

 

Ringrazio Enza Villoni per questa piccola intervista, per la sua pagina che ospita esordienti ed emergenti in questo difficile percorso che è l’editoria. Le faccio un grossa in bocca al lupo per suo fantasy e appena finito la ospiteremo ancora per conoscere il suo nuovo libro.

1 Thought.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *