Concorso 99 Parole- Spazio all’Arte

Premio Associazione Sostegno

Samantha Terrasi – Roma

anziani-panchina-2-300x200

Novant’anni

A cinque anni ti rubavo le biglie. A dieci giocavamo a calcio in due squadre differenti. A quindici, io ti facevo i compiti di matematica e tu le versioni di latino. Due mogli per me, tre per te. Troppi figli e due città così lontane da poter essere unite solo da qualche telefonata alle feste comandate. Ora ce ne stiamo sulla stessa panchina. Tu dai da mangiare ai piccioni, io tengo il giornale con le mani tremolanti. – Tanti auguri. Urlo al pennuto vorace. – Buongiorno. Rispondi. Siamo nati lo stesso giorno, solo che tu non ricordi più niente, amico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.