Anima nuvola

Ti sei mostrato all’alba quando i miei sensi erano corrosi, falsi e fallaci. L’anima la tenevi vestita, l’ho scorta da una tasca scucita. Ci ho guardato dentro. Viaggiavano sogni ed illusioni in direzioni opposte. Ho provato ad infilare anche la mia. Un’anima rattoppata. Mi hai stretto la mano nella tua, accarezzato la guancia con l’altra. Succhiato avidamente le due lacrime che scendevano dal viso. Le nostri fronti si sono toccate e hai chiuso gli occhi mentre io ho guardato la tua bocca muoversi.

Non ripensare al tempo che è già passato. Guarda il cielo. Le nuvole corrono.

Potrebbe interessarti anche

  • nuotoIo sono come l’acqua     Piove, fuori. Le gocce rimbalzano sul vetro. Nella stanza odore di urina. Intenso. Lo stordisce ogni mattina come una carezza al contrario. Conta le maioliche al limite del […]
  • Quattro chiacchiere con Yasodhara LeandriQuattro chiacchiere con Yasodhara Leandri Yasodhara, il nome ci riporta ad antiche leggende indiane ma non sono qui per riportare a galla storie di principesse perso nel tempo o forse si?Colei che porta un nome così […]
  • fiore-di-carta-fai-da-te-come-piegareOlivia Era nostro. Il nostro tesoro e il nostro segreto. C’era dentro la nostra favola preferita. Olivia era così. Credeva ai sogni, alle fate. Ai principi azzurri che scendevano dalla montagna […]
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *